News

News

close
Per fare un (eco)albero ci vuole…

05 / December / 2014

Per fare un (eco)albero ci vuole…

8000 confezioni vuote di cartoni per bevande e 20 giorni di lavoro. In provincia di Varese, l’albero di Natale si accende all’insegna del riciclo.

Ormai diventata una simpatica tradizione, capace di stupire per l'ingegno che si fa albero, per i rifiuti che si fanno materiale da costruzione: è l'ecoalbero allestito ogni anno a Lonate Pozzolo, realizzato con un lavoro di settimane dalla locale Pro Loco come segno distintivo e come richiamo al riuso delle risorse. Dopo la versione realizzata con altri materiali, quest'anno la Pro Loco ha scelto come materiale i contenitori Tetra Pak usati per il latte e altre bevande. «Diamo i numeri» scherza il presidente della Pro Loco Fabrizio Verderio. «12 metri di altezza, 8 metri di diametro alla base, 8000 contenitori vuoti, di cui 2500 donati da Tetra Pak Italiana e gli altri conferiti direttamente dai lonatesi. 450 metri di filo per l'illuminazione». L'ecoalbero 2014 ha richiesto venti giorni di lavoro per la costruzione e poi altri quattro giorni per il montaggio in piazza. «Quest'anno - continua Verderio - l'albero sarà ancora di più punto di ritrovo per iniziative delle varie associazioni del paese. Il 7-8 dicembre sono i giorni della festa Patronale di Sant'Ambrogio, in piazza il 7 avremo la distribuzione di prodotti tipici lonatesi, l'8 sotto l'albero ci saranno i Madonnari di Bergamo che disegneranno e terranno un laboratorio per bambini, ci sarà concerto gospel in chiesa e Babbo Natale per i bambini. Il 7 dicembre sera infine ci sarà l'accensione dell'albero, intorno alle 23.30».
Per chi volesse ammirare un albero di Natale davvero speciale, la piazza di Lonate Pozzolo è raggiungibile in pochi minuti dalla uscita sulla superstrada per Malpensa.